San Giovanni Today

Stop alle auto private sull'Appia Antica: il progetto M5s per la Regina Viarum

L'assessore alla Mobilità di Roma Capitale ha annunciato in un'intervista su Elive Roma la prossima sistemazione di varchi elettronici sull'Appia Antica. Meleo: "Iniziativa pronta per l'estate"

Il futuro della Regina Viarum e’ senz’auto. O quasi. L’intenzione del Campidoglio è infatti quella di ridurre drasticamente il transito dei veicoli privati sulla strada. Per riuscirvi, l’amministrazione sembra indirizzata a ricorrere alle videocamere.

LA CONFERENZA DEI SERVIZI - “L'Appia Antica e' un parco archeologico tutelato, un patrimonio Unesco che dobbiamo difendere – ha dichiarato l’assessora alla Mobilità di Roma Capitale Linda Meleo, in un’intervista su Elive Roma – Stiamo per chiudere una conferenza dei servizi per l'istituzione di varchi sull'Appia Antica che consentiranno l'accesso solo a mezzi pubblici, taxi ed Ncc. Ci sara' poi un varco a porta San Sebastiano che impedira' l'accesso di auto private in direzione dal centro alla periferia” Quindi quella parte sara' accessibile solo dall'Ardeatina e poi si potra' tornare indietro”.

IL CRONOPROGRAMMA - L’operazione, anche se non trasforma la Regina Viarum in una strada ciclopedonale, punta a limitarne fortemente il passaggio dei mezzi a motore. Come l’assessora ha dichiarato nella trasmissione condotta da Andrea Bozzi“ Stimiamo che queste misure porteranno all'abbattimento dell'80-90% del traffico privato”. E sui tempi, Meleo ha chiarito che “Dopo la chiusura della conferenza dei servizi,  arrivera' a breve una delibera di giunta. Poi l'appalto e i lavori. Stimiamo che per l'estate questa operazione sarà conclusa”.

GIUDIZIO FAVOREVOLE - L'iniziativa annunciata dall'assessora Meleo, è stata accolta con soddisfazione dalle realtà ciclistiche. “Il Settimo Biciclettari, come associazione promotrice dell'Appia Day, non può che salutare con piacere questa notizia - ha dichiarato Dario Piermarini, portavoce del Settimo Biciclettari - L'Appia Antica è una delle strade più importanti della storia; solo un piccolo tratto di questa consolare ha avuto la fortuna di preservarsi fino ai nostri giorni consegnandoci il suo patrimonio immenso di bellezze archeologiche. Noi abbiamo il dovere di tutelare questa antica via di Roma e il minimo che possiamo fare è chiuderla al traffico delle auto. Ben vengano iniziative come queste che sono volte a proteggere  questo vero e proprio museo a cielo aperto. Lo scempio della Regina Viarum - ha concluso Piermarini - si è consumato anche per troppo tempo”.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (7)

  • Ma a Roma, abbiamo qualcuno preposto (ed effettivamente in grado) ad analizzare come cambiano i flussi del traffico quando si prendono in considerazione le modifiche alla visibilità? Oppure per fare propaganda e/o per fare contento il 3-4% (...mi tengo anche largo) delle persone si prendono decisioni assurde cha mandano in crisi il restante 97-94%? Sicuramente la parte di Appia Antica da chiudere al traffico può essere aumentata, ma non si possono anche interdire quei 2km che permettono ai cittadini di risparmiare 1-2 ore al giorno di coda in auto quando si te amo o tornano dal lavoro. Per intenderci, se con l'alibi dell'ambientalismo, motilità sostenibile e altre belle mode e parole che di fatto non sono compatibili con i tenori di vita a cui siamo TUTTI abituati e a cui NESSUNO vuole rinunciare,costringiamo le persone a tenere le macchine in moto in code interminabili a inquinare ulteriormente l'aria, probabilmente non siamo in grado di studiare delle soluzioni efficaci e realizzabili. Roma è una città troppo grande, frenetica e da decenni mal vissuta e mal gestita. Occorre studiare piani a lungo termine che contemplino mezzi pubblici frequenti, funzionanti e adeguati agli standard di chi paga il biglietto... no a gli standard delle popolazioni del terzo e quarto mondo. Solo dopo aver dato la possibilità ai cittadini di utilizzare i mezzi pubblici, possiamo chiudere le strade ai privati. Per quanto riguarda l'intera Appia, nell'immediato si puó destinare la domenica a uso esclusivo di pedoni e ciclisti, ma tutti i giorni sarebbe assurdo in assenza di altre arterie di sfogo. Infine mi chiedo, ma tutti questi ciclisti che lavoro fanno? Io mi sveglio alle 6:30 ogni mattina e torno a casa alle 19:30 se tutto va bene. Vanno e tornano al lavoro con la bici? Anche in inverno e con il buio? Allora per quel 3-4% dobbiamo anche illuminare l'Appia, magari riempire le fughe dei sampietrini e del basolato, altrimenti rischiano di farsi male. Oppure questi ciclisti sono dipendenti di qualche ufficio inutile, di cui potremmo fare a meno, che passano le 8 ore lavorative fidandosi i pollici pensando a dove andare a pedalare appena escono o magari solamente dove andare in bici 2 domeniche all'anno?

  • Ottima iniziativa, speriamo di riportare presto questa città alla qualità della vita che merita.

  • Ma si, ma viviamo in una piccola città di provincia, facciamola tutta pedonale....

    • Si infatti, io ci avrei fatto una bella tangenziale di scorrimento a 4 corsie... A Gugliè, te la posso di na cosa?

      • Te la dico io. Ma perché non te ne vai a vivere a Ferrara?

        • Magari! Forse quando tu ti trasferisci a Calcutta o al Cairo... ahahahah ah!

    • Avatar anonimo di Saverio
      Saverio

      Sì. le piccole città di provincia e le grandi metropoli del mondo civilizzato lo sono.

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Festa della liberazione divisa, Anpi: "Oggi niente polemiche". Comunità Ebraica: "Uniti ma nella verità"

  • Incidenti stradali

    Incidente a Dragona, travolta con il figlio in braccio da un'auto pirata: grave una 29enne

  • Cronaca

    Sale sul tetto di un treno in sosta: 18enne romano muore folgorato

  • Incidenti stradali

    Incidente sulla Pontina, carambola tra auto: dopo lo scontro una finisce ribaltata

I più letti della settimana

  • Esce per stendere i panni e il terrazzo crolla su un garage: ferito 57enne

  • Rapina una farmacia a San Giovanni: incastrato dal tatuaggio

  • Furti nelle auto in sosta: arrestate quattro persone

  • Appia Antica "off Limits", la Regina Viarum in versione Ztl divide i romani

Torna su
RomaToday è in caricamento