San GiovanniToday

Le lumache sul centro Happio: ecco il significato dell'installazione

Le lumache sistemate sul perimetro di Happio, simboleggiano un'installazione rigenerante. E dalla partnerhip con il Centro Commerciale parte anche un virtuoso progetto di riqualificazione urbana rivolto a Tor Sapienza

Negli ultimi giorni l’Alberone è stato attraversato da un’invasione di lumache. Non c’entra nulla la pioggia caduta in abbondanza. Le chiocciole sono infatti stati sistemate da decine di operai, sulle pareti del nuovo centro commerciale. Decine anzi per l’esattezza 126 lumache, sono infatti diventate il simbolo di Happio. E la loro scelta, non è stata casuale.

UN'INSTALLAZIONE RIGENERANTE - “Anni fa un nostro illustre concittadino, Marco Aurelio, scrisse che la natura ama mutare le cose, facendole uguali, ma nuove. E’ quello che facciamo anche noi -  ha spiegato ‘Chicco’  del Cracking art – il nostro movimento, nato nel 93, ha realizzato quest’installazione scegliendo un materiale nuovo, la plastica riciclata, con cui rappresentare le lumache” che certo non sono state inventate oggi. “Le abbiamo posizionate sulla una scia di bava perché, quest’ultima, ha una funzione rigenerante per la pelle. E questo edificio, è stato appunto rigenerato”.

IL SORRISO E L'HAPPIO - I due artisti del movimento Cracking Art,  sono stati presentati nel corso della conferenza stampa da Barbara Mezzaroma, Ad e Presidente dell’azienda che ha costruito Happio, ImpreMe spa. “E’ una settimana che montiamo queste chiocciole e bisogna dare atto agli artisti che hanno contribuito a portare la gioia in questo posto. Il sorriso, ripreso anche nel logo, è uno sprone nel fare bene le cose. E loro hanno anche capito  che l’arte non deve essere autoreferenziale, ma deve giocare con l’utente”.

UN PROGETTO VIRTUOSO - La sinergia innescatasi tra Happio e Cracking Art, potrebbe portare il sorriso anche al di fuori dell’Alberone. E’ infatti stata attivata una partnership, consistente nella vendita di 1000 esemplari,  numerati e firmati, “il cui ricavato – laggiamo in una nota inoltrataci da HAPPIO – sarà interamente devoluto a favore di Percorso virtuoso, un progetto a cura della Agenzia di Quartiere Tor Sapienza che rigenererà l’area urbana compresa tra la stazione di Tor Sapienza, appunto, e l’ingresso al MAAM, il Museo dell’Altro e dell’Altrove di Metropoliz, divenuto ormai un polo espositivo e produttivo off d’arte contemporanea, conosciuto a livello internazionale”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Vede i ladri in casa dalle immagini video, arrestati dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Terremoto a Roma: scossa ai Castelli Romani avvertita nella Capitale

  • Tragedia sulla Tuscolana: accusa malore nel negozio e muore

Torna su
RomaToday è in caricamento