San GiovanniToday

Aggressione a un17enne, chiusa sala giochi di via Appia Nuova

Dopo l'aggressione subita da un 17enne scambiato per un'altra persona, è stato chiuso il locale teatro della lite. Denunciati i colpevoli del pestaggio e il titolare della sala giochi per favoreggiamento

Una sala giochi di via Appia Nuova è stata chiusa per via di un'aggressione avvenuta nel locale, in cui è rimasto vittima un ragazzo di 17 anni. Al titolare dell'esercizio, denunciato per favoreggiamento, è stato notificato il provvedimento del Questore di Roma con il quale è stata disposta la sospensione temporanea della licenza relativa alla sua attività commerciale.

Il provvedimento di chiusura della sala giochi nasce da un'indagine condotta dagli agenti della Polizia di Stato in seguito della lite avvenuta all'interno del locale qualche tempo fa. Il minore che ha subito il pestaggio ha ricostruito dettagliatamente l'accaduto agli agenti del Commissariato Appio Nuovo fornendo precise descrizioni dalle quali i poliziotti hanno ottenuto determinanti elementi per il prosieguo dell'indagine.

Dopo essere stato accerchiato da un gruppo di ragazzi che lo hanno scambiato come appartenente ad un gruppo di giovani che qualche giorno prima aveva rotto il setto nasale ad una conoscente in Piazza Re di Roma, volendo vendicare le ferite subite dalla ragazza, lo hanno minacciato con una Katana e colpito alla nuca con una stecca da biliardo, procurandogli ferite giudicate guaribili in 8 giorni di prognosi.

Sulle base delle descrizioni fornite dalla vittima, gli agenti del Commissariato Appio hanno individuato ed identificato i due aggressori: "il novello samurai", diciassettenne soprannominato "il mafia" che è stato denunciato per minaccia aggravata e per violazione della legge sulle armi (nella sua abitazione infatti i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato la Katana) e H.M, nomade di 23 anni, riconosciuto dalla vittima quale responsabile della violenta aggressione, è stato denunciato per lesioni aggravate.

E' stato inoltre denunciato per favoreggiamento personale il titolare della sala giochi: il suo comportamento omissivo ha favorito l'iniziale impunità di H.M., persona che conosceva in quanto frequentatore abituale del locale.

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Incidente via Colombo: auto in un fosso, trovata morta ragazza di 28 anni

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • L'allarme del fidanzato, poi la scoperta nel burrone: Claudia trovata senza vita dopo un incidente

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

Torna su
RomaToday è in caricamento