San GiovanniToday

Piazza Zama, i cittadini insistono: "Vogliamo la fermata ferroviaria"

Le difficoltà nella realizzazione di una fermata ferroviaria nel vallo sottostante piazza Zama, non scoraggiano i cittadini. D'Elia (CdQ): "E' prevista sia nel Piano Regolatore che nel piano Paesaggistico. Noi soffochiamo nel traffico"

Puntare sulla mobilità sostenibile. E’ quello che chiedono i residenti dell’Appio Latino, uno dei quartieri più congestionati dal traffico cittadino. Le proposte non mancano. Su tutte quella di una fermata ferroviaria nel vallo sottostante Piazza Zama. Una possibilità della quale si è parlato nel corso di una Commissione mobilità svoltasi di recente in Campidoglio.

LA FATTIBILITA' - “Alla Commissione era presente sia l’agenzia della mobilità che il direttore generale degli investimenti sud-est di RFI. Secondo quest’ultimo la fermata di Zama, il cui studio di fattibilità è fermo al 2008 , è un'opera molto, ma molto difficile – annuncia Annabella D’Elia, presidente del Comitato Mura Latine –eppure  è presente sia nel piano regolatore generale che nel piano generale del traffico urbano, oltre che in molti programmi dei politici”.

LE CRITICITA’ -  La presidente del Comitato ha ricordato quali sono le problematiche legate al traffico del quadrante. “ L’Appio Latino, soprattutto nel tratto compreso fra le Mura Aureliane ed il Vallo ferroviario, presenta delle forti criticità causate da un traffico di superficie sempre crescente, dovuto al suo attraversamento, che lo trasforma in una vera e propria cerniera tra il settore sud–est e  quello nord– sud della città”. 

UN PASSAGGIO OBBLIGATO - L’Appio latino viene così attraversato dalle auto quanti vogliono raggiungere da sud le strade consolari come la Tuscolana, la Prenestina o la Casilina. E da nord invece da quanti, percorrendo la tagnziale, si incuneano in via Magna Grecia e in Via Cilicia per raggiungere la Colombo. Eppure le nostre strade – ricorda D’Elia, sono a forte connotazione urbana e di conseguenza mal sopportano il flusso proveniente dalla Tangenziale”. Il risultato è ben noto sia ai residenti, che agli automobilisti abituati ad attraversare il quadrante.

IL TRAFFICO - “Teniamo costantemente sotto controllo la centralina dell’Arpa che è in via Magna Grecia. Ha valori altissimi, simili a quelli di via Tuscolana. E questo accade perché perché nessuno  in questi anni ha mai pianificato una diminuzione del traffico e neanche ipotizzato soluzioni alternative. Quindi riteniamo sia giunta l’ora di farlo. Nelle more della realizzazione di uno studio di fattibilità della fermata Zama – conclude la cittadina -  chiediamo l’istituzione di una navetta che colleghi San Giovanni o anche la Metro C ad Ostiense, oltre alla revisione di alcune linee dei bus”. Ma l'obiettivo principale verso cui tende il quadrante è chiaro: una fermata ferroviaria a Zama. Interessante anche nella prospettiva di creare un accesso diretto all'adiacente parco dell'Appia Antica.
 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul Raccordo Anulare, scontro tra auto e moto: morti due giovani di 27 e 20 anni

  • Morto in un incidente sulla Tangenziale est, sbalzato dalla Smart e investito da un pullman

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • La Lazio e la passione per le moto: Finocchio e Borghesiana piangono Daniele, il giovane morto in un incidente stradale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Incidenti stradali a Roma, giovedì di sangue: tre morti e una bimba di 10 anni in gravi condizioni

Torna su
RomaToday è in caricamento