San GiovanniToday

Maxi voragine via Denina: il traffico dell'Appio Latino va in tilt

La chiusura di via Fortifiocca, insieme a quella di via Latina e via Denina, ha messo in seria difficoltà la circolazione delle auto. Per l'interruzione del servizio idrico, per la serata è stato annunciato il ritono alla normalità

Nella foto, la transenna su via Latina

La voragine di via Denina sta mettendo in seria difficoltà il traffico veicolare dell'Appio Latino. La chiusura di via Tommaso Fortifiocca, via Denina e parte di via Latina,  non è stata priva di conseguenze. I disagi alla circolazione, in una zona caratterizzata da molti sensi unici, si sommano all'interruzione del servizio idrico subito da alcuni immobili. Per loro è stato tuttavia predisposto l'ausilio di due autobotti.

LA COMUNICAZIONE - Gli ultimi aggiornamenti sulla buca apertasi lunedì 23 ma che solo nella serata di martedì 24 si è trasformata in un'inquietante vorgine , sono stati forniti dalla Presidente del Municipio VII Monica Lozzi. “Tutti gli organi preposti – Vigili del Fuoco, Polizia Locale, Simu, Ufficio Tecnico, ACEA Acqua, ACEA Luce, Italgas – ciascuno per la parte di propria competenza, sono presenti sul posto al fine di controllare e definire, previa adozione di tutte le procedure e gli accertamenti tecnici necessari, eventuali criticità inerenti l’intervento in atto”.

IL RIPRISTINO DEL SERVIZIO IDRICO - La conferma è arrivata anche da una nota di Acea Spa. “I lavori avviati hanno richiesto operazioni lunghe e complesse che hanno interessato, al contempo, i tecnici delle altre società che gestiscono le reti dei più importanti sottoservizi della città. Il personale di Acea Ato2 ha individuato subito il guasto ed ha avviato le contestuali riparazioni  – si legge nella nota – Tuttavia i lavori si sono prolungati per la necessità di mettere in sicurezza l’area dello scavo a causa del terreno accidentato". Relativamente al ripistino del servizio idrico, Acea tranquillizza che "salvo imprevisti, è programmato per la tarda serata di oggi”.

LAVORI IN CORSO - La situazione, sotto controllo, è caratterizzata però da un quadro in continua evoluzione. “Si sta operando mediante il riempimento di materiale versato dalle betoniere al fine di poter procedere alla messa in sicurezza dell’area interessata dal dissesto idrogeologico – spiega la Presidente Monica Lozzi – intervenendo anche nelle aree circostanti mediante appositi mezzi meccanici con cui monitorare le possibili evoluzioni del problema”. Organizzata intanto nel pomeriggio di mercoledì 25 una riunione con  tutti i soggetti interessati "per rendere più celere ed efficace la soluzione del problema". Le file che, in direzione Appia Nuova, si sono osservate in mattinata già all'altezza di viale Cesare Baronio,  potrebbero presentarsi anche giovedì mattina. Per un ritorno alla normalità, bisognerà attendere almeno l'apertura di via Fortifiocca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tor Bella Monaca, stroncata la piazza di spaccio del Principe: fruttava 200mila euro al mese

  • O' Principe di Tor Bella Monaca, spaccio h24 e vita in stile Gomorra: così la palazzina è diventata il suo fortino

  • Spari a corso Francia: ladri di Rolex si schiantano contro auto della polizia dopo inseguimento

  • Vede i ladri in casa dalle immagini video, arrestati dalla polizia fra gli applausi dei residenti

  • Terremoto a Roma: scossa ai Castelli Romani avvertita nella Capitale

  • Tragedia sulla Tuscolana: accusa malore nel negozio e muore

Torna su
RomaToday è in caricamento