San GiovanniToday

Villa Lazzaroni, in attesa della riqualificazione tornano le siringhe: cittadini preoccupati

Il comitato Insieme per Villa Lazzaroni segnala il ritorno delle siringhe nella villa storica dell'Appio Latino: "Si appostano tra la scuola e la sede del Municipio VII". Le videocamere lì non arrivano.

Siringa rinvenuta a Villa Lazzaroni

Villa Lazzaroni è una delle aree verdi destinate a nuova vita. La Sindaca Raggi l'ha inserita nell'elenco dei parchi che, a partire dal 2019, sperimenteranno degli interventi manutentivi. Per la sistemazione di vialetti, fontane e sistemi d'irrigazione, nel polmone dell'Appio Latino, bisogna però attendere il 2020. 

Le siringhe nel parco

In attesa di veder risolti i disservizi che hanno portato all'essicazione le siepi di bosso, le piante aromatiche, il prato ed i fiori che impreziosivano il giardino, nella villa si sta verificando anche un altro problema. "A marzo abbiamo rinvenuto la prima siringa, l'ultimo avvistamento risale invece allo scorso mercoledì 29 maggio – fa sapere Laura Anastasi, presidente del Comitato Insieme per Villa Lazzaroni – si appartano nello spazio compreso tra la scuola e la sede del Municipio. Non è una zona di passaggio e quindi è più facile, lì, agire indisturbati".

Videocamere e chiusure serali

La segnalazione sulla presenza delle siringhe è stata inoltrata anche al Municipio VII. "Abbiamo già allertato le autorità competenti" fa sapere la presidente Monica Lozzi. Mancano però i controlli utili per arginare il triste fenomeno. "Le videocamere sono posizionate sulla sede del Municipio ed il Comune non ne ha fatte installare delle altre". C'è però anche la possibilità che le persone tossicodipendenti approfittino del buio per appartarsi. Dopotutto, come conferma la minisindaca "i cancelli vengono chiusi, ma non sempre allo stesso orario: dipende infatti dal giro che fanno (gli operatori del Servizio Giardini ndr)".

La voragine e le fontane spente

I problemi dell'area verde, frequentatissima dai residenti che lì trovano servizi anagrafici, un centro anziani, una scuola, un'area giochi ed un'area cani, sono numerosi. Il 31 luglio 2018 era stato annunciato il ripristino delle fontane. Oggi sono nuovamente chiuse, come segnala il Comitato Insieme per Villa Lazzaroni. "La chiusura – à chiarisce Lozzi – è conseguente al cedimento che si è registrato nella villa". Nell'ottobre del 2018 infatti si è aperta una voragine, l'ennesima nel territorio. "I lavori partiranno a breve – promette la Minisindaca– stiamo aspettando l'affidamenteo dell'appalto perchè in parte l'intervento è coperto dal Dipartimento SIMU ed in parte da noi". 

Il  futuro è roseo ma il presente è nero

Per l'impianto d'irrigazione invece bisogna aspettare. "Il municipio ha spiegato che sono stanziati dei fondi anche per rifare da zero  l'area giochi" racconta la presidente del Comitato Insieme per Villa Lazzaroni. Nel futuro della preziosa area verde dell'Appio Latino, sono riposte molte aspettative. Il presente, però, è poco rassicurante. Ed il ritrovamento delle siringhe ne costituisce una drammatica dimostrazione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ikea, apre un nuovo punto nella Capitale

  • Sciopero Cotral: venerdì 20 settembre a rischio il servizio extraurbano della Regione Lazio

  • Incidente via Colombo: auto in un fosso, trovata morta ragazza di 28 anni

  • Lavori al Colosseo: sabato 21 e domenica 22 settembre chiuse 13 stazioni della metro B

  • L'allarme del fidanzato, poi la scoperta nel burrone: Claudia trovata senza vita dopo un incidente

  • Tragico epilogo a Ponte di Nona: trovato il cadavere di Amina De Amicis, l'89enne scomparsa 6 giorni fa

Torna su
RomaToday è in caricamento