San GiovanniToday

Niente riqualificazione e niente area giochi: la triste parabola di Villa Fiorelli

L'area verde da nove mesi è stata privata della sua area giochi. Sparito anche il progetto di riqualificazione. Zannola-Battaglia: "E' un peccato, rappresenta un pezzo della storia di Roma"

Non ci sono più arredi ludici nell'area giochi di Villa Fiorelli. Dal mese di febbraio del 2018 sono stati rimossi e da allora i bambini del Tuscolano hanno perso un importante spazio d'aggregazione. Un motivo in meno per frequentare un giardino dal glorioso passato.

La richiesta dei residenti

Il territorio rivendica però il recupero immediato della villa e della sua area giochi. "E' una richiesta semplice, ma legittima, quella che stamattina residenti e volontari di Villa Fiorelli stanno inviando via Pec e via mail alla Sindaca di Roma e alla Presidente del Municipio VII" commentano Giovanni Zannola ed Erica Battaglia (PD). Alle istituzioni locali i residenti stanno chiedendo appunto "il ripristino immediato dello spazio dedicato ai bambini".

La riqualificazione attesa 

La storia dell'area giochi di Villa Fiorelli ricorda quella vissuta da altri spazi verdi del territorio. Come in via Lemonia gli arredi ludici, ritenuti obsoleti e pericolosi, sono stati rimossi e mai sostituiti dall'amministrazione. "Dopo un anno nulla è dato di sapere sui nuovi giochi – commentano Battaglia e Zannola – nè d'altra parte si sa nulla del progetto di riqualificazione della Villa nella sua interezza. Il progetto partecipato del 2015 tra cittadini e Amministrazione comunale é finito in soffitta, così anche gli impegni di spesa. Eppure Villa Fiorelli meriterebbe proprio quella riqualificazione: é una Villa storica e un pezzo della storia di Roma".

Il glorioso passato

All'interno dell'area verde c'è anche una lapide che ricorda un antico trascorso della villa. Fa riferimento al passaggio di Giuseppe Garibaldi che lì, prima di lasciare l'esperienza della Repubblica Romana, avrebbe fatto abbeverare il proprio cavallo. La villa, un tempo parte di una proprietà rurale, ha assunto l'attuale identità intorno agli anni Trenta del secolo scorso. Oggi, anche priva di area giochi, continua ad essere frequentata ad esempio dai residenti più anziani che lì hanno un punto di ritrovo. A distanza di quindici anni dalla sua ultima riqualificazione, la Villa avrebbe però bisogno di un intervento di riqualificazione. Magari partendo proprio dalla sistemazione di qualche scivolo ed altalena.

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • Mercato immobiliare Roma: atteso un consolidamento delle compravendite, ma valori ancora in calo

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Sciopero a Roma: mercoledì 24 luglio a rischio bus, metro e tram. Gli orari

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

Torna su
RomaToday è in caricamento