San GiovanniToday

Via della Stazione Tuscolana, quale futuro per l'area? La roadmap verso la riqualificazione

Per rilanciare gli edifici dismessi che fiancheggiano la ferrovia, è stata chiesta una variante al Piano Regolatore. Residenti e Municipio in prima linea per definire le modalità della riqualificazione

Edifici dismessi via della Stazione Tuscolana

Gli immobili dismessi in via della Stazione Ferroviaria stanno per essere investiti da una radicale trasformazione. Gli edifici rientrano tra quelli che il bando internazionale Reinventing cities ha intenzione di riqualificare. 

La variante da votare

Prima di avviare i cantieri occorre mettere mano al Piano Regolatore. E quindi serve approntare una variante urbanistica. Un procedimento che l’amministrazione cittadina può mettere in campo solo dopo essersi confrontata col territorio.

Il fermento

Nella zona di Piazza Ragusa, la possibilità offerta dal Bando internazionale, sta alimentando un ampio dibattito. Il Comitato di Quartiere Tuscolano Villa Torelli, per l'occasione, ha deciso di distribuire alcuni questionari. Servono a sondare tra la cittadinanza quali siano le soluzioni più gettonate. Il Municipio VII invece, dopo aver organizzato un’assemblea pubblica, si sta preparando ad esprimere il proprio parere sulla variante

Le destinazioni urbanistiche

“Il progetto di RFI prevede una destinazione mista per le aree in via della Stazione Tuscolana. Una parte sarà utilizzata per fini residenziali, un’altra per scopi commerciali. Ma la gran parte, circa il 60% ha spiegato la presidente del Municipio Monica Lozzi – sarà destinata a servizi pubblici. E’ una trasformazione impattante e per questo abbiamo deciso di discuterne con il territorio. Al tempo stesso è uno strumento urbanistico che, se ben governato, può rappresentare una grande opportunità. Noi, come Municipio, daremo il nostro consenso alla delibera, inserendo più prescrizioni possibili. L’obiettivo – ha dichiarato la Minisindaca – è di ottenere, per la parte pubblica, più benefici possibili”.

Le proposte al vaglio dei residenti

Ma cosa occorre davvero al quadrante di Piazza Ragusa e Villa Fiorelli? Il Comitato di quartiere, al riguardo, sembra avere le idee chiare: servono servizi ed aree verdi. Per avere un quadro più chiaro, ha deciso di sottoporre un questionario a tutti i residenti. Bisogna indicare quattro preferenze tra un set di opzioni che prevede, tra gli altri, la creazione di parcheggi,  la realizzazione d’un percorso ciclopedonale e la predisposizione di locali in grado d’ospitare attività artigianali.

Il cronoprogramma

Non manca la proposta di puntare sulle aree verdi, purchè siano “sorvegliate e con attrezzature collettive per lo sport”. I residenti sono chiamati a decidere in fretta perché, anche le tappe del bando internazionale sono serrate. Chi abita nella zona di Villa Fiorelli, fino a sabato 25 gennaio, può partecipare al questionario, che è reperibile nei banchetti allestiti intorno a piazza Ragusa. La delibera sulla variante invece viene discussa in municipio già lunedì 27 per approdare, già agli inizi di febbraio, in Assemblea capitolina.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: tram, bus e metro a rischio lunedì 24 febbraio. Orari e fasce di garanzie

  • Perde zainetto sul bus e lancia appello: "Offro ricompensa a chi lo trova. Ci sono documenti medici"

  • Blocco traffico Roma: domenica 23 febbraio niente auto nella fascia verde

  • Lungotevere, si scontra con un'auto e perde controllo dello scooter: così è morto l'antiquario di Prati

  • Sala scommesse come base e armi per il recupero crediti: lo spaccio violento di Pierino la Peste, er Mattonella e Ciccio

  • Roma-Lido, tre stazioni chiuse e tratta limitata per due weekend: attivi bus navetta

Torna su
RomaToday è in caricamento