San GiovanniToday

#lascialadoppia: buona la prima. La mobilità alternativa passa per via Albalonga

Decine di semplici cittadini, comitati ed attivisti dei movimenti politici, hanno partecipato all'iniziativa di via Albalonga. "Togliere spazio alle auto vuol dire restituirlo ai trasporti pubblici"

Via Albalonga: dal sito Comitato Cittadini Re di Roma

La sistemazione di via Albalonga, ad oggi ancora provvisoria, ha sancito due conseguenze. Ha creato spazio per il parcheggio di moto e scooter. Ed ha sottratto la strada al fenomeno della sosta selvaggia. La riduzione di carreggiata che queste due opzioni  hanno comportato, è stata fortemente rivendicata dal comitato Cittadini Re di Roma e dalle decine di persone che sabato mattina hanno partecipato all’iniziativa #lascialadoppia.

UN CASO ESEMPLARE - “La storia di via Albalonga è un esempio concreto di come situazioni anormali e assurde siano per anni state considerate un male accettabile ma anche di come questa città sappia ancora rispondere in maniera costruttiva alle malattie che la attanagliano. Da semplice battaglia di quartiere, anzi di strada - scrive il Comitato Re di Roma -  questa è diventata una lotta per il bene comune di tutta Roma, perché oggi insieme a noi erano presenti tanti cittadini di altre zone di Roma, alcune molto distanti da qui, cittadini che si riconoscono in movimenti e associazioni molto eterogenee, persone che sono venute perché hanno a cuore la sorte di questa città”.

PUBBLICO E PRIVATO - A proposito di Movimenti, in piazza con il cartello #lascialadoppia c'era anche l'ex Consigliere Comunale del M5S Enrico Stefàno: “A Roma ci sono 700 auto ogni 1000 abitanti, un dato che non è stato contrastato in nessun modo - ha ricordato il Consigliere, intervistato da LiberiTv - via Albalonga subisce decenni di mancata gestione di questo fenomeno. Qui, troppo spesso, il trasporto pubblico ha dovuto soccombere alle prepotenze di quello privato. Gli autobus hanno dovuto modificare le proprie corse, per le macchine parcheggiate con prepotenza ovunque. E questo è inaccettabile”.

UNA SOLUZIONE OTTIMALE - Anche il Comandante del Vigili Urbani di Roma Appio, presente durante l'iniziativa #lascialadoppia, ha espresso le proprie considerazioni ai microfoni di LiberiTv. “Io spero che quella presa diventi al più presto una soluzione definitiva. Tra l'altro sono stato uno dei suoi promotori - ha riconosciuto il Comandante Lorenzo Botta - Abbiamo ottenuto 150 parcheggi per scooter ed un abbattimento delle chiamate per la III e IV fila. Per me si tratta quindi di una soluzione ottimale che bisogna portare avanti in tutta la città”.

TRASPORTO PUBBLICO COMPETITIVO - “E’ un processo virtuoso quello di 'togliere lo spazio alle automobili' che vuol dire prendere quello spazio per metterlo a disposizione del trasporto pubblico per farlo viaggiare su corsie protette dove il servizio possa diventare competitivo in termini di tempi di percorrenza e qualità - osserva il Comitato Cittadini Re di Roma - E’ fondamentale dare la possibilità a migliaia di cittadini di spostarsi in sicurezza e con il rispetto di tutti gli utenti della strada portando la bicicletta sulle strade visto e considerato che il 60% degli spostamenti quotidiani a Roma interessa percorsi al di sotto dei 7km. E’ doveroso dare ai pedoni luoghi adeguati per muoversi a piedi, per sostare, per godere di questa”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sciopero a Roma: oggi a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Tragedia a Ostia, muore bimbo di 11 anni: si era sentito male a scuola

  • Weekend dell'Immacolata a Roma: che fare sabato 7 e domenica 8 dicembre

  • 8 dicembre, festa per l'Immacolata e Spelacchio a piazza Venezia: strade chiuse e bus deviati

  • Sciopero a Roma: domani a rischio tram, metro e bus. Gli orari

  • Ostia piange Simone, il bimbo di 11 anni morto dopo un malore a scuola. Indaga il Pm

Torna su
RomaToday è in caricamento