San GiovanniToday

Pompi chiude, il presidente Fantino: "Ma la viabilità cosa c’entra?"

Non convincono le cause che porterebbero alla chiusura della gelateria di via Albalonga. "Lo spartitraffico è stato messo lì da appena un mese. La scelta di andarsene sarà stata pregressa"

Il trasferimento della gelateria Pompi dalla storica sede di via Albalonga, potrebbe non essere dovuto al posizionamento dello spartitraffico. D’altra parte, è stato instituito da qualche settimana. Un tempo forse non sufficiente per valutare l’ipotesi di spostare un esercizio commerciale radicato nel quartiere da oltre 50 anni

VIABILITA' E COMMERCIO - “Io non credo che i bar che stanno a piazza del Popolo possano dire di guadagnare di meno per le limitazioni al traffico che si stanno facendo nel Tridente. Alle volte poi – riflette il Presidente del Municipio Susi Fantino, raggiunta telefonicamente  –  le isole pedonali addirittura incentivano i commerci. E tuttavia nessuna delle due situazioni si applica a via Albalonga. Non ci sono state limitazioni. Semplicemente, si è garantito la viabilità di una strada dove transitano anche mezzi pubblici”.

LA SCELTA DELLO SPARTITRAFFICO - Davanti alla storica gelateria, le auto parcheggiate in doppia e tripla fila erano da tempo diventate un problema. “Già  nel corso della precedente consiliatura, eravamo stati sommersi da lettere ed esposti dei cittadini. Ci si accusava di non saper governare il traffico che lì si creava. Io non ho perso occasione per segnalarlo e finalmente, grazie alla disponibilità del Comandante dei vigili Clemente e del Dipartimento alla Mobilità, siamo riusciti a trovare una soluzione. Peraltro, per risorse e competenza, è stato il Dipartimento ad optare, in accordo con la Polizia Locale, per la realizzazione dello spartitraffico. Noi, ovviamente, abbiamo condiviso la scelta e sinceramente –ammette Fantino – quello che mi ha più gratificato in questa storia, è stato leggere i commenti dei cittadini. Sono stati praticamente tutti entusiasti”.

LO SPARTITRAFFICO ED IL TRASFERIMENTO - Tra i delusi invece, finisce la gelateria di via Albalonga. I new jersey sistemati in mezzo alla carreggiata, hanno di fatto reso impossibile ai clienti posteggiare in doppia e tripla fila. Ma guai a parlare di parcheggi eliminati. “Noi non abbiamo tolto alcun parcheggio” ribadisce Fantino. Al contrario degli stalli sono stati creati,  per la sosta dei motocicli, che ora non vengono più lasciati sui marciapiedi.  C’è spazio per un’ultima considerazione. “La scelta del signor Pompi di aprire un altro esercizio commerciale, io credo che sia stata maturata a prescindere dallo spartitraffico. E’ solo un mese che è stato posizionato lì, dunque mi sembra difficile che possa aver influito tanto su una decisione così importante. Affermare il contrario – ha concluso l’intervista il Presidente Fantino – appare sinceramente una strumentalizzazione”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Roma usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Incidente sul Raccordo Anulare: morto giovane agente immobiliare

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Ferragosto a Roma: gli eventi del 15 agosto per chi rimane o si trova in città

Torna su
RomaToday è in caricamento